Dicono di noi - Lavanderia Corte Corsini

Lavanderia Corte Corsini
SIAMO A SPEZZANO
P.zza Falcone e Borsellino, 23
tel. 0536.582961
Lavanderia Corte Corsini
Vai ai contenuti
Detergo. la più importante rivista professionale del settore ha redatto un articolo

edizione di Maggio 2020
Corte Corsini, lavanderia senza limiti


Come in vent’anni di attività, trascorsi a Spezzano di Fiorano andando al ritmo veloce prediletto dalla gente d’Emilia, la titolare Carmen Caserta ha trasformato il piccolo laboratorio iniziale in un’impresa perfettamente adattata al mercato del XXI secolo. Lo si vede negli alti livelli di automazione, estesi al servizio di ritiro capi, nella cura artigianale riservata agli abiti firmati, nella sanificazione certificata. Qualità che, assieme a una formazione continua, aiutano ad affrontare l’emergenza coronavirus



Abbiamo la massima cura dei tuoi capi, sono parole campeggianti sulla home page del sito della lavanderia Corte Corsini di Spezzano, frazione di Fiorano, vent’anni di attività in provincia di Modena. E con un riscontro immediato all’interno del sito stesso, dove, sotto la voce “lavanderia”, sono elencati trentuno dei brand internazionali di pret-a-porter di cui si ha in questa azienda conoscenza specifica per quanto riguarda materiali e finiture: solo per fare degli esempi, da Moncler ad Armani, da Cucinelli a Liu Jo, da Le Streghe a Blue Marine.



Ciò significa, in termini concreti, padroneggiare dal punto di vista del trattamento tutte le mischie di fibre, i materiali degli ornamenti e i composti chimici a cui oggi ricorre su larga scala il mercato dell’abbigliamento. Competenze coltivate attraverso la formazione, come quella che fornisce Assosecco tramite incontri periodici con periti chimici specialisti della manutenzione del tessile.



In tempi difficili, e caratterizzati da novità dirompenti nel bene e nel male, come questi del Coronavirus, è bene che le parole, anche in un contesto promozionale, abbiano riscontro nei fatti. La prima a saperlo è Carmen Caserta, titolare della lavanderia, che prende il nome dal centro polivalente Corte Corsini in cui si trova. “E’ un periodo tremendamente difficile – conferma l’imprenditrice – specie in una regione molto colpita dal virus come l’Emilia. Anche noi lo affrontiamo sapendo di doverci misurare con una clientela improvvisamente più insicura e disorientata, ma ci sostengono in tal senso scelte importanti compiute in un recente passato per rendere i nostri servizi più consoni ai tempi e ai nuovi bisogni dell’utenza, e quindi più aperti, continuativi, nonché automatizzati”.



A tale proposito “parla” con la sua eloquenza Battista, simpatico nome da maggiordomo di romanzi inglesi, affibbiato in questo caso al sistema di riconsegna automatico dei capi, 24 ore su 24, in funzione tramite uno sportello piazzato all’esterno del negozio. Qui il cliente, avvisato via sms dei capi pronti per il ritiro, può accedere quando vuole, inserendo l’apposita card rilasciatagli dalla lavanderia. “E’ un servizio che funziona sin dall’inizio – racconta la signora Carmen – perché dà la possibilità di organizzarsi come meglio si crede. Noi lo abbiamo visto dai pendolari che stanno via tutta la settimana: il lunedì mattina presto, prima di partire per le loro sedi di lavoro, ci consegnano i capi che poi, durante il week end successivo, verranno a ritirare utilizzando, a qualsiasi ora del giorno e della notte, i servizi di Battista”. “Con una ricaduta positiva generata dal passaparola – aggiunge l’imprenditrice – perché la novità di questo servizio ha raggiunto altri comuni, facendoci acquisire nuovi clienti che abitano anche a venti chilometri da qui”.
Tutto scorre con un suo senso, nella spiegazione che abbiamo appena dato, “ma cambiare le abitudini della clientela è sempre una sfida – precisa la titolare della lavanderia Corte Corsini -. Per riuscirci, è fondamentale soddisfare la principale richiesta che arriva dalla gente di queste parti, andare veloci. Se l’impresa sta al passo spedito dell’utenza, questa sarà disponibile ad adeguarsi alle novità”. La velocità di cui parla la signora Carmen non è solo quella della Ferrari che, nel vicino autodromo di Fiorano, testa le sue fiammanti monoposto per i gran premi di formula uno. Si tratta di un modello economico e culturale che qui si applica a una capacità, spesso tendente all’innovativo, di fare impresa, ereditata da indotti importanti come quello della ceramica. Abbracciandolo da sempre in modo convinto, la lavanderia Corsini ottiene risultati come una commessa di lavoro per i dipendenti della stessa Ferrari, oltre a servizi periodicamente svolti per alberghi e imprese del territorio.



Quando Carmen Caserta, una ventina di anni fa, ha dato inizio alla sua avventura, aveva già avuto modo di assimilare questo dato di fatto della velocità nelle precedenti attività lavorative, divise fra un’azienda di piastrelle e un’attività di sarta contigua a quella della manutenzione del tessile. Possedeva quindi il DNA necessario per rilevare la piccola attività di laboratorio su cui ha innestato via via i macchinari e i processi che hanno portato  all’attuale lavanderia Corte Corsini. “In questi vent’anni – racconta la titolare – un momento decisivo è stato il trasferimento dalla vecchia sede alla nuova. In questo modo abbiamo acquisito gli spazi destinati alle macchine con cui offrire servizi differenziati. Parlo ad esempio del lavaggio wet cleaning fatto utilizzando acqua, ma anche di una stiratura sempre più articolata, dove si va dalla pressa usata per tendaggi, lenzuola e tovaglie, allo stiracamicie di cui ha bisogno il manager, abituato a cambiare camicia ogni giorno, ma anche la lavoratrice-casalinga che non ha più tempo per stirare”.



A profonde conoscenze del settore qui dentro si abbina una rigorosa organizzazione del lavoro, a cui provvedono, oltre alla titolare, la sorella Filly, la figlia Alessandra e la collaboratrice Allison Saggio. In questo modo la Corte Corsini conforma la propria struttura al modello di lavanderia centro produttore di benessere e pulizia oggi dominante, dove lavaggio e stiro del guardaroba sono uno degli assi attorno a cui ruota un’attività sempre più articolata. Non meno importanti risultano servizi come la sanificazione, affidata a un sistema certificato dall’Università di Padova, la fornitura di un’ampia gamma di prodotti professionali per la lavatrice di casa e l’area self service funzionante sedici ore al giorno, dalle 6,30 alle 22,30, dotata di lavatrici da 2 a 16 chili di portata e di tre asciugatrici da 16 chili.



“Tutto ciò è impensabile senza avere fra i propri principi quello di una continua, rigorosa formazione – commenta Carmen Caserta, che è anche consigliera di Assosecco -. Ne sono talmente convinta da avere da tempo avviato, sui temi formativi, una collaborazione costante con un altro imprenditore della lavanderia, che gestisce la sua attività a pochi chilometri da qui”.
Perché nella manutenzione del tessile del XXI secolo l’unione fa la forza anche fra soggetti che sono sì “concorrenti”, ma tutti interessati al migliore sviluppo possibile del proprio settore.

di Stefano Ferrio

Rivista Detergo Maggio 2020

© 2019 Lavanderia Corte Corsini P. Iva 02623430366. Tutti i diritti riservati.
Cookie Policy
Privacy Policy
cod. SDI XMXAUP4
Torna ai contenuti